Tue 13 Jul

GIORGIO CANALI E SETTEMBRE TEATRO - I RESTI DI QUELLO CHE FU

From€12.65The price you'll pay. No surprises later.
On Sale Now
GINZBURG PARK FESTIVAL
Porte aperte at 6:30 PM
DICE protects fans and artists from touts. We’re a mobile app for iOS and Android. Tickets will be securely stored on your phone.

Per fruire dello sconto Arci sarà necessario presentare la tessera all'entrata.

Testo Marta Bevilacqua Con Giorgio Canali, Elio D’Alessandro, Marta Bevilacqua Direzione musicale Giorgio Canali Regia Francesca Cassottana Disegno luci Alessandro Barberi Produzione Settembre Teatro

SINOSSI I resti di quello che fu è un concerto teatrale. In scena ci sono due attori e un musicista. I due interpreti danno voce a diversi personaggi, accompagnati da Giorgio Canali, che con le sue musiche e canzoni crea un percorso sonoro ricco di atmosfere, teso ad amplificare gli stati d’animo dei personaggi. La drammaturgia ha come filo conduttore il tema del conflitto tra individuo e potere e si articola attraverso monologhi e dialoghi in forma antologica, strategicamente privi di una sequenza narrativa e cronologica. Sono voci che emergono dall’ombra e ci offrono uno squarcio sulle loro esistenze e sulla loro quotidianità. Esistenze incomplete, che condividono la difficoltà di vivere nel presente, i dubbi sulle proprie scelte, paure banali e tremendamente umane. Infine la delusione di non essere stati in grado di seguire gli ideali di quando avevano vent’anni, di quando andavano a Genova, per un altro mondo possibile. L’ossessione di non riuscire a perdonarsi, il senso di colpa e la perenne domanda: “Da che parte sto?” Lo spettacolo è andato in scena sotto forma di studio al Mercurio Festival di Palermo (Spazio Franco, ottobre 2020). Il progetto si è sviluppato successivamente durante una residenza artistica al Cap10100 di Torino (gennaio 2021). SINOSSI BREVE. I resti di quello che fu è un concerto teatrale che ha come filo conduttore il tema del conflitto tra individuo e potere e si articola attraverso monologhi e dialoghi. I testi sono accompagnati da musiche e canzoni di Giorgio Canali, che crea un percorso sonoro ricco di atmosfere, teso ad amplificare gli stati d’animo dei personaggi. Sono voci che emergono dall’ombra e ci offrono uno squarcio sulle loro esistenze e sulla loro quotidianità. Esistenze incomplete, che condividono la difficoltà di vivere nel presente, i dubbi sulle proprie scelte, paure banali e tremendamente umane. Infine la delusione di non essere stati in grado di seguire gli ideali di quando avevano vent’anni, di quando andavano a Genova, per un altro mondo possibile. L’ossessione di non riuscire a perdonarsi, il senso di colpa e la perenne domanda: “Da che parte sto?”

Presentato da CAP10100 - ASSOCIAZIONE TEATRALE ORFEO.

Accesso consentito a tutte le età.

Line up

Doors open6:30 PM

related events